Pagine

domenica 9 novembre 2008

* Migaloo la Megattera bianca

Basta con i racconti terricoli.
Questo è un periodo dell'anno in cui il mare, anche se ci vivo praticamente dentro, mi manca tantissimo, perché non navighiamo con frequenza.
Ora con tutto questo parlare di viaggi e festeggiamenti terrestri ne sento la mancanza anche qui, nel diario di bordo, per cui è ora di ricominciare a parlare delle mie passioni...
In rete ho trovato un articolo su una megattera albina...
megattera albina
Migaloo, il cui nome aborigeno significa "compagno bianco".
Pare che sia l'unica megattera completamente bianca al mondo e spesso è avvistata lungo la Costa Est dell'Australia.

megattera albina
Le megattere sono delle creature, secondo me, fantastiche, avrò poi modo di parlarne più approfonditamente in un'altra occasione (sto studiando!) e la cosa che ai miei occhi (e orecchie) le rende tali sono i loro "canti"...
ebbene sì, cantano... spero di riuscire anche a farveli sentire i loro canti, ma ora non è di questo che voglio parlare.
megattera albina
Questa magnifica creatura, insieme alle sue compagne, potrebbe trascorrere la sua vita indisturbata... e invece no!
Il Giappone, che utilizza una scappatoia nelle leggi internazionali della Commissione di caccia alla balena (IWC) (sul cui operato a favore delle balene ci sarebbe molto da discutere, ma sorvoliamo!) per cacciare ogni anno quasi 1000 balene nell'emisfero del sud, spacciandolo per ricerca scientifica, designerà per la prima volta le megattere come bersaglio la prossima estate. Non gli bastano le 50 balenottere comuni e le centinaia di più piccole balenottere minori: quest’anno hanno avuto anche una quota di 50 megattere.
I cacciatori di balene giapponesi hanno rifiutato di dire che intenzioni hanno nei confronti delle megattere bianche nel loro “macello” travestito da ricerca.
Mentre la flotta di baleniere giapponese si prepara a lasciare il porto per l'Antartide, il portavoce della Japan Fisheries Agency, Hideki Moronuki, ha risposto con un fermo "no comment" alle domande che gli sono state rivolte circa quest'argomento, anzi ha aggiunto che la flotta migliorerà i sistemi di sicurezza dopo gli scontri dell'estate scorsa con i dimostranti contro la caccia alla balena in Antartide e ha invitato l'Australia e la Nuova Zelanda ad approntare delle misure per porre freno alle azioni delle navi di protesta, che ha definito "terroristi" ambientali*.

A questo punto dico anche io: -"No comment!"
Per chi volesse approfondire qui ho appreso la notizia.

* si riferisce alla Sea Shepherd, un’organizzazione i cui membri si autodefiniscono eco-pirati e navigano battendo bandiera nera sotto la quale vengono intraprese campagne (che l’associazione dice sono basate sulla Carta Internazionale dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per la Natura (1982) - United Nations World Charter for Nature – ed altre leggi a tutela delle specie e dell’ambiente marino) di affondamento o sabotaggio delle navi che sono ritenute colpevoli di aver violato le normative internazionali in merito alla caccia delle balene.

7 commenti:

iLa ha detto...

Qualche settimana fa abbiamo visto un video sulla caccia dei pescatori giapponesi ai delfini. dopo averli costretti a nuotare in una piccola baia, li hanno tenuti li per alcuni giorni senza cibo, poi hanno dato il via alla mattanza. Davvero uno spettacolo atroce! altro che ricerca!
Io peró non ricordo la fonte, mi pare fosse un giornalista inglese che fosse riuscito a filmare e riportare l'accaduto...

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

@ ila purtroppo non sono nemmeno i soli a fare cose del genere...

kix ha detto...

Anche io, come sai ADORO le megattere...e tutte le volte che leggo le notizie sulla caccia mi si stringe il cuore.
Cmq, se vuoi far sentire il canto, sentiti pure libera di linkare il mio videosub del messico, anche se come video fa veramente schifo!!!

Cappellaio Matto - Lepre Marzolina ha detto...

... ogni volta mi chiedo "PERCHE'!!?" è palese che si tratta di specie in estinzione eppure nessuno fa nulla per bloccare questa abominevole pratica... è possibile??? di nuovo è solo una questione di guadagno .. e di nuovo animali innocenti ne fanno le spese... ho visto dei video in cui associati di greenpeace cercavano di intervenire ma venivano attaccati con idranti tanto che rischiavano persino la vita.. ma si può???? l'unico animale che dovrebbe rischiare l'estizione è l'uomo ignorante...

il cappellaio matto

Belva ha detto...

:-(

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

@ Kix grazie, se non riesco a caricare un bellissimo file audio che ho, dove si sentono anche dei delfini, sicuramente ricorrerò al tuo video, che non sarà all'altezza delle tue foto, ma è da brividi!

@ Cappellaio io ci metterei anche l'uomo avido, insieme a quello ignorante come razza da far estinguere velocemente!

@ Belva sì, è una cosa triste, tristissima...

Francesca ha detto...

Mi chiamo Francesca, e sono una studiosa di questi animali, che rispetto e adoro. Ho avuto modo di ascoltare il loro canti dal vivo, e ne sono rimasta incantata,ho potuto notare che le tonalità salgono e scendono in maniera costante, e mi è stato detto ed ho letto che sono capaci di fare vere e proprie frasi che possono ripetere. Il loro canto si evolve con il passare del tempo, variando di intensità, e di tonalità.
Insomma c'è tantissimo da imparare da queste meravigliose creature, ed ancora pochi programmi decisivi, per salvare molte specie, che sono in via di estinzione.