Pagine

mercoledì 1 ottobre 2008

* Pronto, sono Carlo... è la Filibusta?

Oggi pomeriggio ero in città per delle commissioni, per la precisione al supermercato davanti allo scaffale dei vini... squilla il cellulare... un numero che non conosco, ma con il lavoro che faccio non è una cosa strana, forse un po' rara in questo periodo di fine stagione... rispondo e una voce maschile dice:
-"Pronto, sono Carlo... è la Filibusta?"-

-"
Si, sono Valeria..."-

C -"
Ciao, volevo delle informazioni su di voi, sono a Livorno, non è che ci si può vedere?"-

V -"
Guarda, io ora non sono a bordo, ma sto rientrando, se sei già al porto arrivo in 10 minuti, aspettami al bar che c'è all'ingresso del porto, il Cellini..."-

C -"
ah, bene, ok"-

V -"
ma come ti riconosco?"-

C -"
[ridacchiando]... sono l'unico idiota in abito e camicia dei dintorni..."-

V -"
[rido sonoramente anche io] va bene... ci vediamo fra poco"-

Prendo lo scooter e mi avvio pensando tra me e me... che strano, non era mai capitato che qualcuno per chiedere informazioni venisse fino in porto, per vederci di persona, e chi sarà, e cosa vorrà, e come mai è venuto fin qui, e cosa mi chiederà...
Arrivo e vedo un ragazzo, con un abito scuro giacca e pantalone e una camicia bianca, in piedi sul ciglio del marciapiede, davanti al bar Cellini, smonto dallo scooter, lo guardo ed esclamo "-Carlo??"-... lui fa cenno di si con la testa... lo raggiungo... cominciamo a parlare, la sua faccia mi dice qualcosa, ma la sua voce no; quando gli chiedo come ci aveva trovati mi dice che gli aveva parlato di noi un suo amico, il quale però gli aveva raccontato di aver mangiato male (!!!!!!)... sempre pasta in bianco e una volta le melanzane, ma non gli erano piaciute...
allora io, forte dei miei sfrittellamenti, dico -"NO! allora non è venuto da noi! Pasta in bianco...Impossibile!"-
Intanto lo guardavo, e la sua faccia continuava a dirmi qualcosa... e dentro di me una vocina mi diceva che questo "Carlo" mi stava facendo uno scherzo, ma non capivo come né perché.. visto che non lo avevo mai visto prima!!!
Poi lui ha aggiunto che il suo amico non era stato bene perché io stavo sempre al computer... e allora mi si è accesa una lucina! proprio mentre lui diceva -"Ma non mi riconosci???"...

AHHHHHHHHHHH! Era nientepopodimeno che BELVA!!!!!!! si si, proprio il BELVA della NSD... altro che Carlo! lui non si chiama Carlo, si chiama Francesco, e poi non ha per niente l'accento pugliese che mi sarei aspettata! me l'ha proprio fatta!!!
Tornando a Viterbo si è fermato qui a farci una sorpresa!!! mi dice che sarebbe dovuta venire anche Kix, ma che poi non erano riusciti ad organizzarsi...
Ragazzi che felicità! sono stata davvero contenta... peccato solo che oggi pomeriggio il Capitano non ci fosse... che iellaccia... (ma tanto tornate vero???), e peccato che non avevo la macchina fotografica per immortalare l'evento!
ah! tanto per ribadire quello che sostengo ormai da tempo... Belva della "belva" ha solo il soprannome!!!! visto il suo sguardo buono... (poi prima o poi mi spiegherai come te lo sei guadagnato...)
Grazie Francé! mi hai fatto un bellissimo regalo! ti aspetto insieme a tutta la Ciurma di NSD!

AGGIORNAMENTO DEL GIORNO DOPO... 2 ottobre 2008 ore 14:20
Stanotte mi è venuta in mente una parte del racconto che ho omesso... e che Belva prontamente mi ha fatto notare... dunque rimedio:

Tra una chiacchiera e l'altra il caro, terribile, terrificante Belva, mi ha offerto un aperitivo al bar dove ci siamo dati appuntamento... io, essendo arrivata in scooter, avevo in una mano due caschi e una busta, con l'altra tenevo un bicchiere di crodino... stavamo in piedi davanti al bancone del bar e Belva, giustamente, mi ha fatto notare che potevo anche posare tutta quella roba a terra, io ho immediatamente obbedito... ma nel piegarmi per mettere giù i caschi ho piegato anche il polso della mano che teneva il bicchiere...
avete presente la scenetta di quello che chiede all'altro che sta bevendo che ora è?? ecco proprio così! mezzo bicchiere di crodino versato a terra...
eh! mi sa che ero emozionata!!! la colpa è tua caro Belva che mi fai le sorprese!!! vabbé diciamo pure che sono un po' Clouseau (per chi non avesse capito a chi mi riferisco, è l'imbranatissimo investigatore della serie della Pantera Rosa)...
ho preso due tovagliolini dal dispenser sul bancone... pensando: mi sa che questi non assorbono un bel niente... ho chiesto alla cameriera di darmi un pezzo di carta come si deve, lei mi ha detto "Ora, faccio io", ma guardando da un'altra parte e parlando con un tizio, con un'espressione che diceva chiaramente "non ho nessuna intenzione di muovere un mignolo" (cosa che si è in effetti verificata)...
e allora, il cattivissimo dei cattivissimi, l'Attila dei sub, mi ha preso di mano i (pseudo) tovaglioli e ha asciugato il pavimento!!! confermando ancora una volta che la sua ferocia è una leggenda!!!
ahahahaahaha!
Grazie ancora Belva (mi dispiace se con questa aggiunta al racconto ho distrutto definitivamente la tua reputazione, ora dovrai ricominciare tutto daccapo per convincere il mondo che sei, una BELVA!)

17 commenti:

tatuanja ha detto...

OOOH! hai visto che paura la Belva? brrrrr

Un po' ci sono rimasta male quando me l'ha detto perché ho pensato: "e no! e io?!" però siccome è Belva ho avuto paura a dirgli così e allora ho abbozzato ;-)

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

Tatuanja, vabbè dai che poi verrete tutti insieme, ho detto a Belva che vi faccio anche il BilBolBul per colazione...
hai fatto bene ada abbozzare, non si sa mai cosa può riservare una reazione belvesca!
;o)

Claudia ha detto...

ma che bello scherzo
avrei voluto esserci ahahahaha
forte!!!!
****
pasta in bianco? naaaaa!!!
ahahahah




ps le alici vanno benissimo sono molto più delicate ***
ti abbraccio forte attentaeh?!
***

Viviana B. ha detto...

A lui non lo diciamo, neh, che magari ci rimane male, ma anch'io sono convinta - pur non avendolo mai incontrato di persona - che di "Belva" abbia solo il nome, perchè lo sguardo e le parole che scrive nel NSD sono proprio buoni buoni...
Sono felicissima per te e per questo incontro! Deve essere un'emozione incontrare qualcuno che si conosce solo via web.
Un abbraccione e buona giornata!

kix ha detto...

si......cazzarola!!!! Ci è mancato proprio un soffio. Se per tornare a casa fossi partita da genova come faccio di solito, era perfetto il piano di Belva....ma proprio stavolta son partita da Milano (ero dai nipotini, :-))! Ero in treno e mi veniva un po' da piangere e un po' da ridere...avrei fortemente voluto esserci, ma sapevo che "Carlo" avrebbe fatto una bella sorpresa e non vedevo l'ora di conoscere i dettagli!!!!
Cmq....ci conoscerai tutti prestissimo, non temere!!

....certo è che potevate pure farmi uno squilletto, belve che non siete altro!

Belva ha detto...

@ Tutti: Allora questo vostro continuo ironizzare sul mio VERO carattere comincia a infastidirmi! Devo proprio farvi vedere perchè mi chiamano Belva? GRRRRR

@ Vivi: (che lo so che si chiama Valeria ma per me è Vivi) infatti, ci ho pensato poi ieri in macchina mentre tornavo, al porto chiedevo di Vivi della filisbusta...solo dopo il 7° caffè preso nei vari bar per torvarvi mi son ricordato :-))
E comunque, cara la mia signorina, vedo che non hai raccontato del mezo aperitivo fatto cadere al bar CHE TI HO FATTO ASCIUGARE!!! :-pPp

@ Tatua: è capitato quasi per caso...loro vivono in una barca vela io in una macchina lo sai! :-)

@ Claudia:in realtà avrei voluto farlo durare di più lo scherzo però a un certo punto ho avuto paura che mi desse una cascata (non quelle dei fiumi però, intendo una botta col casco che aveva in mano!!)

@ Kix: azz hai ragione!! Scusaci...non ho pensato neanche a fare una foto col cell per metterla sul blog...vabbè, come diceva quello lì: un motivo per tornare bisogna pur sempre lasciarlo!

Belva ha detto...

@ Viviana b: pure tu ti ci metti? :-)

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

@ Claudia si davvero una bella sorpresa! ma la cascata non gliela avrei mai data!!! mica mi chiamo Belva, io! ehehe

@ Viviana vedo che la pensiamo allo stesso modo... (Belva, mi sa che sei spacciato)lo sai che mi è sembrato di vedere un vecchio amico? bellissima sensazione!

@ Kix hai ragione... :o(
io non ci ho proprio pensato, ero troppo scombussolata dall'evento!
ma tanto ci rifacciamo...

E ora, dulcis in fundo veniamo a te Belva!
innanzitutto: tante scuse, hai ragione! pensa che mi è venuto in mente stanotte (io mi sveglio di continuo) che non avevo scritto del mezzo crodino che ho versato... appena finito di rispondere ai commenti rimedio... certo che hai avuto culo (si può dire sul blog questa parola?) a trovarmi allora: hai chiesto all'unico in tutto il porto di Livorno che non mi conosceva, e dicevi pure Vivi!!! o è stato il destino????
ahahahaha :oP

Belva ha detto...

eh eh eh già ti vedo...ti svegli in piena notte e gridi: il crodino!!
E il capitano ti guarda perplessa :-))

Ma tu per me sei Vivi! Anche nei messaggi mi sa che ieri ho scritt che ero andato da Vivi della Filibusta...dai cambia nome, fatti chiamare Vivi! E' troppo difficile per me mettermi in testa Valeria!!

Si è vero, ho avuto fortuna...però, ci pensavo mentre arrivavo a Livorno, tra l'essere sicuro di trovarvi e l'idea della sorpresa...ha vinto la seconda!

E comunque....SONO BELVA!!!!

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

ehmm Belva, ora non più...
leggi l'aggiornamento al post, e ti prometto che se non mi uccidi la prossima volta che mi vedrai, mi potrai chiamare Vivi vita natural durante...
:oP

Belva ha detto...

:-OOOO

NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!

Questa non dovevi farmela!!!! >:-[

inventarti una roba del genere...
:-)

kix ha detto...

vabbè.....per stavolta vi perdono! Belvè.....non ci crede più nessuno, basta!

tatuanja ha detto...

Ma come! Il mio commento a favore della Belva è stato mangiato da Blogger?

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

emh mi sa di si Tatuanja...

tatuanja ha detto...

OOOOH! allora ci riprovo, e vorrà dire che mi pagherà doppio!

Dicevo che forse è il caso di spezzare una lancia in favore della Belva, perché in verità capita di vederla manifestarsi ogni tanto ed è impressionante.
Belva infatti può essere molto cattivo, ma non di un cattivo tipo gli Unni - pure brutti da vedersi -, direi più un cattivo con savoir faire.

Per esempio tempo fa stavo per far scattare la rissa all'aeroporto di Sharm, in piena stagione di ritardi dei charter e animi irritabili, con una delle mie uscite capaci di far saltare i nervi alla gente che poi mi metterebbe volentieri le mani in faccia, ma Belva ha messo sotto l'intero gate. Si è avvicinato col suo sguardo ceruleo e belvoso, ha piantato le secche pupille negli occhi di uno che era il doppio di lui, gli ha detto due parole (nemmeno in barese, che fa paura di suo) e quello ha abbassato le orecchie in silenzio.

Quindi vedete di stare attenti e soprattutto attente perché la Belva può essere galante come il principe di Salina ma spietato peggio del visconte di Valmont.

(e mo', cash darling)

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

ARGGHH! Allora ho rischiato la pelle senza rendermene conto!... il coraggio dell'incoscienza...

Belva ha detto...

:-) grande tanjuzza!!!

@ Valeria: hai capito bene!!! :-p