Pagine

martedì 1 aprile 2008

* il Caos, i Cetacei e la pace del mare...

10 giugno 2007, le balene all'Elba
Sulla scia dei post più o meno recenti di Christina, di Viviana B., di Kix (che ho scoperto da poco, ma di cui ho letto tutto!), il "Caos" oggi si è fatto sentire.
Quella forza che io e il Capitano crediamo governi il mondo, che riporta l'equilibrio, che fa incontrare le persone e succedere le cose proprio in un determinato momento, in modo che ti colpiscano e ti emozionino..., qualcuno la chiama coincidenza, altri destino, noi Caos...
Sto leggendo un libro, oramai introvabile perché non più in catalogo (e te pareva!), "La vita segreta delle Balene", di Roger Payne, il maggior esperto mondiale di cetacei, esploratore e musicista.
Dice Payne che di tutte le notevoli caratteristiche dei cetacei, lui ritiene come la più straordinaria quella di partorire in mare aperto piccoli che respirano aria
La madre fornisce ossigeno e nutre il feto attraverso il sangue, durante tutta la gestazione respira per entrambi, i polmoni e il sistema digerente del piccolo non sono attivi, non hanno aria né cibo al loro interno in modo che questo non abbia il problema di dover compensare la pressione durante le immersioni della madre. Il liquido amniotico dei mammiferi marini è straordinariamente simile all'acqua di mare, hanno la stessa proporzione di sali, è una sorta di imitazione del mare.
Quando una donna "perde le acque", poco prima della nascita del bambino, si ripete la transizione della vita dall'acqua alla terra ferma, passando dal "mare" del liquido amniotico materno all'ambiente asciutto della vita terrestre.
Una scuola di psicologia sostiene che una parte rilevante dell'angoscia umana nasce dal senso di perdita legato all'abbandono del ventre materno. Questa perdita di certo non turba i cetacei, che passano dal liquido amniotico della madre al liquido, simile, del mare, nel quale resteranno per l'intera esistenza.

E allora Payne si chiede... 
"...quando un cetaceo si arena sulla spiaggia e muore, non è forse quella una "nascita" fuori dall'acqua? non percepisce forse cosa vuol dire per un bimbo piangere di rabbia per trovarsi all'asciutto fuori dal grembo materno? ..."

e ancora...

"...non sarà che il risentimento che l'uomo nutre verso i suoi simili e il resto dei viventi ha origine nella perdita della sua identità marina? ..."
e dice una cosa che ho trovato molto bella....
"...Ed è questo senso di unione con la vita dell'oceano che pervade le persone quando per la prima volta nuotano di fianco ad una balena, il cuore in gola, e scoprono che invece di ucciderle con un unico colpo di coda queste gigantesche creature le accolgono nella profonda e antica pace del mare?..."
Noi con le balene non abbiamo avuto il piacere di nuotare, né di sentire il loro canto dal vivo (come invece ha fatto Kix) ma le abbiamo incontrate, due volte, l'anno scorso.
Nel diario di bordo della Filibusta annoto ogni incontro che abbiamo con i delfini, perché ogni volta mi sembra un piccolo miracolo, quelli con le balene sono segnati a caratteri cubitali.
Caos come sempre ci mette lo zampino, basta considerare le date: la prima quella della foto che vedete in questo post, il 10.06, la seconda, un incontro molto più breve, nemmeno il tempo di scendere sotto coperta a prendere la macchina fotografica, ma molto molto più emozionante, esattamente tre mesi dopo il 10.09.

Tornavamo dall'Elba diretti verso Livorno, dopo circa due ore di navigazione Marco mi chiama ..."Pepé, una balena!", seguendo il suo sguardo mi giro verso poppa e a due metri nella scia lasciata dalla Filibusta vedo emergere la sua schiena enorme... pochi secondi, ma vicinissima, poi si è inabissata ed è scomparsa, ma noi avevamo il cuore a 1000!

16 commenti:

Sere ha detto...

Che meraviglia... io non ho mai visto le balene e vorrei tanto incontrarne una prima o poi! Dev'essere una emozione unica!

Un baciotto a chi non sento da un pò!
Sere

miciapallina ha detto...

Eccomi, sono tornata qui, a casa vostra, ed è bello davvero!
La nostra avventura in sardegna è stata un po caotica, un po strana, decisamente NON quello che noi sperevamo, ma è andata e ne prendiamo il lato più bello!
Fino a stamattina non ho avuto il tempo di fare null'altro che cercare di riportare la calma nel caos (non calmo) del mio ufficio.
Adesso mi sto prendendo un po di tempo per me.
Ci siete mancati, tantissimo!
Vi abbiamo pensato, tanto!
Piero mi ha promesso che verremo presto a trovarvi, magari proprio per un fine settimana sulla Filibusta!
Adesso controlliamo i tempi e le economie della Gatteria e poi ci facciamo risentire!
un nasinasi ronronante solo per te Valeria, sconosciuta presenza del virtuale che per me è diventata così reale!
nasinasi ronronron

Viviana B. ha detto...

Ma questo è boicottaggio!
Avevo scritto un altro commento, questa mattina, ed anche questo - come il precedente - deve essere andato perduto chissà dove... Il mio pc complotta contro di noi... :-(
Comunque: deve essere straordinario riuscire a passare un po' di tempo con queste nostre sorelle dal grande cervello e dal grande cuore che hanno scelto di perpetuare la vita in acqua invece che sulla terra ferma! Ti invidio un po' per questi tuoi appuntamenti del 10 del mese... :-)
E che brividi ascoltare il canto regalatoci da Kix!
Un abbraccio, a presto!

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

@Sere! ciao benritrovata.... hai ragione, ultimamente latito, ma qualche minutino per venire a leggerti e vedere come stai lo trovo sempre... a volte preferisco essere silenziosa...
te lo auguro davvero di incontrarle, e magari ti capiterà visto che giri in barca, forse a motore è più difficile... le balene vivono a velocità diverse dalle nostre...poi scriverò anche di questo
un abbraccione a te ... sono contenta di risentire tra le righe il tuo sorriso :o)

@Micia che dire... mi fai arrossire... lo sai che davvero ho sentito un sacco la tua mancanza? nel virtuale sembra strano dire cose del genere, ma tant'è...
mi auguro che se tu e GG verrete a trovarci il Mare ci faccia uno dei suoi regali e ci permetta un incontro magico come quello con le balene... ci accontentiamo anche di qualche esserino più piccino... che so, un bel pesce luna, o una testuggine, che ancora non ho incontrato in mare aperto...
così potrai vedere come divento pazza quando accadono cose del genere!

@Viviana, sei andata a sentire anche tu? che meraviglia eh? prima di scoprire Kix e il suo blog, da emule avevamo scaricato un quarto d'ora di questi canti.. ogni tanto li ascolto, e nel ventre accogliente della Filibusta è davvero magico!

Viviana B. ha detto...

Forse lo conosci già... ma vista la tua passione ho pensato di "regalarti" questo:
http://www.ancf.it/progetto.cfm?SectionID=16&LanguageID=I
(non riesco ad inserirlo come HTML... sorry!)
Un abbraccio!

miciapallina ha detto...

mi sarei permessa di darti un premiuccio dalle mie parti!
Non è che vuoi passare a prenderlo?
nasinasi

Baol ha detto...

Deve essere un incontro da mozzare il fiato; il mare è una cosa che mi ha sempre dato il senso della potenza, qualcosa che esige rispetto :)

Ciao

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

@Viviana, lo conoscevo già questo progetto... ma grazie del pensiero, come sempre sei un tesoro :o)

@Micia premio preso!! ma che bella motivazione.. ne sono fiera, appena posso provvedo anch'io a dare della Foca a qualcuno!!

@Baol ben detto! il mare è potente... va temuto e rispettato, non sottovalutato... ma ti fa degli splendidi regali... appunto, come dici tu, mozzafiato!

Scusate tutti e tre per il ritardo.. ;o)

k ha detto...

Ahhhh... io le balene non le ho mai incrociate, ma sono fiduciosa! dopo aver messo a posto la casa, ora ho una voglia matta di tornare in barca!! baci

ps: il libro provo a cercarlo in biblioteca, che sembra interessante

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

@K tu navighi in zone prolifiche da quel punto di vista, sei nel pieno del Santuario dei cetacei, quindi prima o poi ti capiterà di certo, magari anche un bel capodoglio, che ne dici?
baci a te :o)

Viviana B. ha detto...

Ciao carissima, buona settimana!
Da me ci sarebbe un premio da ritirare... :-)

kix ha detto...

Dio mio che onore!!!!! Grazie per avermi fatto comparire tra le vostre pagine!!!
Confermo, incontrare ogni specie di cetaceo è un enorme miracolo: ho avuto la fortuna di girare tanto per il mare che comprende il santuario dei cetacei e se ne incontrano più di quanti si possa immaginare.
L'emozione più grande l'avete "sentita" anche voi...il secondo posto in classifica invece è di un evento di 3 anni fa, quando poco al largo di Sestri Levante ci siamo ritrovati in mezzo ai tursiopi. Lo so che non si fa....ma mi sono buttata come sempre in mare e ascoltavo fischi e schiocchi...quando uno di loro si è avvicinato a pancia in su e mi ha toccato col rostro un ginocchio! Poi avvitandosi su se' stesso è di nuovo sparito nel blu. Non sto a descrivervi l'emozione, pensavo mi esplodesse il petto...e ancora sono qui a cercare di capire che cosa ha portato quel delfino ad avvicinarsi a me in un modo così vulnerabile e addirittura a volermi toccare! Che ne so, magari voleva semplicemente scacciarmi.....ma se vi devo dire...non mi è sembrato proprio così!
Complimenti ancora per il vostro blog. E' davvero splendido!

Viviana B. ha detto...

...Hem... Si può entrare? Permesso...
Buongiorno! Ero solo preoccupata perchè non avevo più notizie...
Tutto bene, sì?
A presto! Un bacio :-*

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

@Viviana, hai ragione .. latito.. sono in trasferta di tre giorni per incontrare la mia mamma... stasera torno a bordo e tornerò a scrivere domani...
baciotti a te..

mediterraneapassione ha detto...

Splendido questo blog ... tornerò a spulciarlo con calma ...
Non vi dispiace se vi inserisco tra i miei link ... in caso contrario fatemi sapere ...

Ciao
Miky

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

@Miky è un piacere, ci mancherebbe altro!
Anche io sono venuta a sbirciare nel tuo e ci tornerò con più calma, per ora non posso che ricambiare i compimenti che ci fai!
a presto allora :o)