Pagine

martedì 11 novembre 2008

* La grande "civiltà" della Danimarca massacra i globicefali

Quella che vedete qui sopra è una baia delle Isole Feroe, in Danimarca, e quella chiazza rossa non è data da alghe rosse in proliferazione incontrollata...
Da Wikipedia:
"la Danimarca è diventata una monarchia costituzionale nel 1849 dopo che, sin dal 1660, era stata una monarchia assoluta. Dal 1901 è una monarchia parlamentare. Con oltre mille anni di durata la monarchia danese è la seconda più antica del mondo, seconda soltanto a quella giapponese. La Danimarca fa parte dell'Unione europea. A partire dalla seconda metà del XX secolo la società danese è stata parzialmente caratterizzata dall'adozione del cosiddetto Modello sociale scandinavo basato su di un'ampia diffusione dei servizi pubblici. Secondo uno studio pubblicato dall'UNESCO, la Danimarca può fregiarsi del titolo di "paese più giulivo" della Terra."

Ora, nel paese più giulivo della terra, nel 2008, ancora succedono cose come questa:
Questa foto, come le altre che pubblico, parla da sola, ma merita qualche dettaglio in più:
ormai da tantissimi anni, in Danimarca, precisamente nelle isole Feroe (in lingua danese Fær Øer Islands) avviene sotto silenzio una vera e propria strage dei cetacei della specie Globicephala melas (Famiglia Delphinidae), comunemente chiamati in italiano globicefali (in inglese pilot whale e in spagnolo calderones).
I globicefali sono pacifiche creature che raggiungono la lunghezza di 5-7 m e un peso di oltre le 2t; vivono in branchi numerosi, composti per lo più da femmine adulte con i propri piccoli, vivono mediamente 50 anni e sono animali molto socievoli, tanto socievoli e curiosi che hanno la particolarità di avvicinarsi curiosi alle imbarcazioni (io ho avuto la fortuna di vederli al largo della costa calabra).
Questi delfinidi vivono in tutti i mari del mondo, eccetto che nelle acque troppo fredde del polo.

Ogni anno la popolazione delle isole Feroe pesca e si nutre di circa 1000 cetacei. La carne dei globicefali copre circa una quarta parte del consumo totale di carne in questa zona.

La pesca a fini alimentari ha un suo senso, è una cosa più o meno (a seconda dei punti di vista) normale...
Ma qui si parla di creature a rischio di estinzione, che non vengono semplicemente pescate ma massacrate brutalmente.
Una mattanza sconsiderata, crudele e orripilante a cui prendono parte gli adolescenti per dimostrare così di entrare nell'età adulta.


La IUCN, Unione Internazionale per la Conservazione della Natura, organizzazione non governativa internazionale con sede a Gland (Svizzera), è una delle più autorevoli organizzazioni in materia di conservazione della natura e l'unica organizzazione specializzata nelle tematiche dell'ambiente che ha un posto di osservatore nell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite.
La IUCN ha stilato quella che viene chiamata "Lista rossa" dove sono segnalate le specie in pericolo, tra cui anche il globicefalo (qui potete trovare la scheda).
Nella riunione del 25 settembre 2008 le Nazioni Unite nella loro relazione annuale sui progressi compiuti verso gli obiettivi di sviluppo del millennio, hanno incluso di "ridurre significativamente il tasso di perdita della biodiversità entro il 2010".
I progressi saranno monitorati misurando la percentuale di specie minacciate di estinzione - calcolata con la Lista Rossa IUCN - che tra le altre specie include anche il globicefalo.


Su molti siti che ho visitato dove si parla di questa strage annuale, ci si meraviglia che gli organi di stampa e la televisione non ne facciano parola, io ho smesso di stupirmi, oramai mi sembra palese che i mass media comunicano cosa e come conviene...

La Danimarca dal suo canto sostiene da sempre l'uccisione delle balene e delle foche in Groenlandia compresi gli animali in via di estinzione, come le balene.
Ora attacca apertamente l'Unione Europea nella sua difesa delle balene uccise illegalmente dai giapponesi, dagli islandesi e dai norvegesi; parla di "imperialismo culturale" e si difende dicendo che le Isole Fær Øer e la Groenlandia non fanno parte dell'Unione Europea.
Se questa è la "grande cultura" dell'antica Danimarca, ogni commento è superfluo... fanno semplicemente schifo.
Qualche approfondimento lo trovate qui, e per chi ha lo stomaco forte e i nervi saldi qui c'è un video dello scempio.

17 commenti:

Eudaimonia ha detto...

E' orribile! Il genere umano è un virus. Diceva più o meno così Morpheus nel film Matrix...

Belva ha detto...

Indignazione, rabbia e sconcerto sono le prime sensazioni che mi attraversano lo stomaco.
Poi penso a Balene e Delfini in Giappone, foche in Canada, Russia, Norvegia, cani in oriente, tonni, perchè no, in Sicilia... e penso che la pochezza umana non finirà mai di stupirmi.
E' la crudeltà nel compiere quei gesti, non il gesto stesso, a sconvolgermi; guarda gli occhi delle pesone nelle tue foto: sono anch'essi inseguinati, sono preda di quel black out mentale che colpisce il branco, come in una folla, come allo stadio, come tutte le volte che qualcuno spegne il cervello e segue il bieco istinto...la stupidità, la viltà, la pochezza che scorgo in quei gesti mi stupiscono ogni volta.
E mi avviliscono.
E mi sentirei molto più orgoglioso di essere un globicefalo, una foca o un delfino.

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

@ Eudaimonia è vero... siamo un virus, qualcuno dice il cancro della terra

@ Belva si, crudeltà gratuita... furia...
a me è venuta in mente una scena descritta da Farley Mowat ne "La Balena e la furia", dove lui racconta di aver assistito proprio un massacro del genere, e proprio a danno di un branco di globicefali... non ti nascondo che leggendo ho pianto...

annaB-1 ha detto...

é veramente osceno, ma dove trovi queste notizie e.... quanto scrivi!!! Bacetti

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

@ Mami questa notizia me l'ha mandata via mail il Cappellaio Matto, ovviamente non mi poteva lasciare indifferente... e la penna virtuale è partita... dovevo uscire per fare la spesa: rimandata a domani...
se è vero che si vivono più vite, e se è vero che è possibile incarnarsi in un animale, è probabile che io sia stata un cetaceo, perché queste cose mi smuovono dentro più di tante altre brutture che l'uomo è capace di perpetrare, anche nei confronti dei suoi simili...
non dimentichiamoci il mio incontro con i delfini dell'Oceanografic!!

Baol ha detto...

Beh...è qualcosa di immondo :(

Luna ha detto...

Non ho avuto il coraggio di andare oltre, guardando anche il video. Le sole foto bastano a far salire le lacrime agli occhi e un grande senso di vergogna.

Roberto ha detto...

Non ho parole.
Proprio non me l'aspettavo una cosa così.
Grazie per averci aperto gli occhi
Roberto

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

@ Baol l'uomo, è un essere immondo...

@ Luna anch'io mi vergogno, moltissimo.

@ Roberto, ben ritrovato... non c'è mai fine alle brutture... mai!

@ TUTTIabbiamo aperto un gruppo su Facebook (per chi di voi avesse lì un suo profilo)
potete iscrivervi a questo indirizzo L’UNICO ANIMALE IN VIA D’ESTINZIONE DOVREBBE ESSERE L’UOMO CRUDELE ED AVIDO

Roberto ha detto...

E come vi troviamo voi due in Facebook?
Io sono Roberto Minoia, ovviamente :-)
Chi vuole aggiungermi agli amici faccia pure

Cappellaio Matto - Lepre Marzolina ha detto...

Ciao Vale... nel gruppo che abbiamo aperto e al quale spero che i tuoi amici (ed i miei!!) parteciperanno attivamente c'è bisogno di gente che cerchi di fare qualcosa... bisogna parlarne, come giustamente dicevi tu ieri, ma è anche necessario attivarsi per boicottare queste nazioni che non hanno rispetto per gaia!!
(ps chissà che il tuo dharma non sia collegato con i cetacei.. intanto ho pubblicato il post che promisi, o almeno una parte!)
baci

il cappellaio matto

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

@ Roberto ora ti contatto io... :o)

@ Cappellaio, hai perfettamente ragione. AL momento mi sembra che ne parliamo solo tu ed io, spero non resti un tete à a tete!
Vado a legger e il tuo post...

iLa ha detto...

Cara Valeria, ho appena visto la notizia sul Corriere.it e stavo giusto per scriverti.
Ecco questo é uno spettacolo simile a quello di cui ti dicevo giusto qualche giorno fa, riferendomi al Giappone. E come tu stessa mi avevi detto, loro non sono gli unici.

Queste foto sono davvero atroci.

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

@ iLa sono tremende, ma ancora peggio è il filmato, che non sono riuscita a guardare per intero...
trovo pazzesco che di questi tempi ancora ci siano riti iniziatici così violenti, e poi in un società che si dice talmente evoluta e a dimensione umana da fregiarsi di titoli come paese più giulivo della terra... semplicemente ridicolo!

Cembolina ha detto...

burp.

sto per vomitare ...

Viviana B. ha detto...

Mi sento male.
Anzi, mi sento sempre peggio.
Dopo aver visto il poliziotto italiano che si caricava in auto (auto di servizio!!!) un pescespada e si allontanava poi dal porto incurante di reti, spadare e pesca illegale (Report), anche questo scempio non mi ci voleva proprio...
Che tristezza infinita!
Prima o poi pagheremo queste nefandezze. :'(

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

@ Cembolina davvero, viene da vomitare... l'uomo non a speranza... picchia e uccide i suoi simili e così gli sembra naturale farlo con altri esseri viventi, per una presunta superiorità... appunto, PRESUNTA!

@ Viviana mi sa che la stiamo già pagando, e non ce ne accorgiamo, e mi sa anche che è abbastanza tardi per tornare indietro... se pensi alla scena del libro di Mowat, e a quello che succede da anni in queste isole... pensi che ci sia qualche possibilità per l'uomo di rendersi conto di quello che fa? io ne dubito...