Pagine

venerdì 6 giugno 2008

* Peripezie e sorprese

Rieccoci qui, finalmente...
nell'ultima settimana sono successe un mucchio di cose, non sarà facile raccontarle sinteticamente, ma ci provo...
Avevamo da lavorare all'Elba per il ponte del 2 giugno; le previsioni davano pioggia fino a giovedì 29 maggio e poi bel tempo per tutto il fine settimana...
In genere partiamo un giorno prima, dormiamo in rada a Portoferraio e il giorno prefissato per l'imbarco siamo all'ormeggio nella Darsena Medicea di Portoferraio per preparare la Filibusta ad accogliere gli ospiti.
Stavolta saremmo dovuti partire giovedì 29, ma viste le previsioni ci siamo detti "Partiamo all'alba di venerdì, così evitiamo il cattivo tempo"... avete presente Le ultime parole famose? ecco... partiamo alle 6:30 di venerdì 30, vento da Sud-Est tra i 10 e i 15 nodi, per cui si va di bolina; appena usciti dal porto di Livorno, con la randa ridotta di un terzarolo e tutto il genoa a riva, comincia a piovere, prima poche gocce, poi un acquazzone vero e proprio ininterrotto per almeno 4 ore..., in più una bella onda formata di prua dava delle belle sberle alla Filibusta...
Questa piacevole prima parte della traversata ha procurato nell'ordine:
  • un bel taglio al piede destro del Capitano, immediatamente fasciato nonostante la barca sbandata di bolina e la pioggia; all'arrivo a Portoferraio, tolta la fasciatura, ci siamo resi conto che ci voleva una medicazione più opportuna: 4 punti al Pronto Soccorso!
  • lo sfondamento del serbatoio dell'acqua di prua; a bordo abbiamo due serbatoi, quello principale da 200 e quello di prua più piccolo. Usurato a causa del calcare ha deciso di cedere. Per cui questo weekend abbiamo messo alla prova le doti di morigeratezza nell'uso dell'acqua di tutto l'equipaggio.
  • il battesimo da mal di mare della sottoscritta: in tre anni mai avuto nulla; stavolta un po' le condizioni meteo che non erano di tutto riposo, un po' una fetta di crostata di fragole, evidentemente passata, mangiata il giorno prima mi hanno fatto provare l'ebrezza di sporgermi sottovento con lo stomaco in mano...
Finalmente verso le 11:00 ha smesso di piovere, io mi sono ripresa, il vento ha girato verso Sud Ovest, l'onda si è attutita e filando di bolina alla velocità di 8 nodi abbiamo veleggiato verso l'Elba dove siamo arrivati intorno alle 15:30. Solo un'ora in più del solito!
I nostri primi due ospiti, i simpaticissimi Fausto e Pina, sono arrivati sabato mattina, il 31.
Abbiamo passato la giornata a veleggiare tra Viticcio e Procchio, e nel tardo pomeriggio abbiamo dato ancora in rada a Portoferraio dove ci hanno raggiunti anche Sandro e Anna Maria.

Domenica mattina, il 1° giugno, sorpresa!!!
Un gruppetto di tursiopi in rada a Portoferraio! mai capitato fino ad oggi di incontrarli lì, ed in effetti è un posto insolito visto il traffico continuo di traghetti e imbarcazioni di tutti i tipi... si sono avvicinati parecchio alla barca e abbiamo potuto riconoscerli grazie alle macchie bianche sul rostro di uno e sulla pinna dorsale di un altro... erano gli stessi avvistati e fotografati a Capo della Stella durante il weekend del 1° maggio.
tursiopi a Portoferraio
Lunedì 2 giugno il tempo è stato ancora peggio dei giorni precedenti: ha piovuto nella prima parte della giornata e il sole si è concesso solo quando per Fausto, Pina, Sandro e Anna Maria era ormai ora di sbarcare per ritornare verso casa...
e meno male che le previsioni avevano dato sole splendente tutto il fine settimana!!!
Il vento però non è mancato, e credo proprio che Fausto e Sandro al timone della Filibusta abbiamo avuto modo di divertirsi.
Io e il Capitano abbiamo cenato a bordo della Filibusta in compagnia del nostro amico Alessandro, anche lui con la sua barca alla fonda in rada a Portoferraio e il giorno dopo, grazie a un bel vento da Nord Ovest ci siamo fatti 8 ore filate di bolina strettissima fino a Livorno... per fortuna stavolta senza pioggia e senza onde nel muso!
Ma mica è finita qui!!!
Rientrando ci siamo accorti che il genoa aveva la balumina tutta sfilacciata, per cui l'abbiamo ammainato e mercoledì, cioè l'altro ieri, siamo stati tutta la giornata in macchina a girare tra Viareggio e Firenze per comprare un nuovo serbatoio, e portare a riparare la vela....
ma anche stavolta Madre Natura ci ha fatto un regalo: andando a Marina di Vecchiano per pranzare dalla sorella del Capitano, lungo la strada che porta alla spiaggia ci ha attraversato la strada una tenerissima coppia, che purtroppo non ho potuto fotografare perché ero senza macchina fotografica: mamma daino con il suo piccolino! ragazzi che spettacolo... mi sono commossa...
e poi... e poi basta!!! se no poi è troppo...
ieri il Capitano ha montato il nuovo serbatoio, ora non ci resta che rimettere a riva il genoa... e siamo pronti per navigare di nuovo... se almeno l'estate si decidesse a venire...

16 commenti:

thecatisonthetable ha detto...

Ricapitolando: sabato mattina eravate a Portoferraio... noi abbiamo attraccato lì alle 8.00.

Avete passato la giornata a veleggiare fra Viticcio e Procchio: noi da Porto Azzurro siamo partiti, abbiamo fatto il giro verso ovest, poi su verso nord, e poi verso est direzione Enfola e Viticcio.

Domenica avete incontrato proprio i miei amici tursilopi (e questo era il caos che si palesava)...

Lunedì sera, mentre noi passeggiavamo alla darsena medicea in attesa di prendere il traghetto delle 18.00 voi eravate ormeggiati proprio lì (ma giuro, ho squadrato tutte le barche e voi non c'eravate...).

All'imbarco mica avete visto un tipo con uno zaino di 1 metro e 1/2sulle spalle?!

stelladisale ha detto...

ma veramente, ma che si decidesse, non se ne può più :-)
mi consola sapere che perfino a voi può capitare di avere il mal di mare...
bacioni buon we

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

@Cat ricapitolando: siamo stati all'ormeggio in darsena solo venerdì sera fino verso le 10 del mattino di sabato; lunedì pomeriggio, mentre tu passeggiavi alla darsena noi eravamo ormeggiati in rada, per questo non ci hai visto... e da lì vediamo solo le prue dei traghettoni e sentiamo le loro onde quando arrivano e ripartono... nente zaini!
ci siamo sfiorate :o)

@Stelladisale eh si... se qualcuno che va per mare ti dice che non ha MAI sofferto il mal di mare non gli credere! prima o poi capita a tutti; magari a noi capita quando il giorno prima di una traversata con mare formato e pioggia si mangiano le fette di crostata un po' andata e quindi ci si predispone, ma capita eccome!
accidenti a me e alla mia mania di non buttare nulla!

thecatisonthetable ha detto...

Già, sfiorate... Il caos è partito per il week-end... però veleggiava altrove! ;-)

Baol ha detto...

Beh, a parte i termini tecnici di cui ho capito poco o nulla...le immagini evocate sono bellissime :)

aguamala ha detto...

anche qui l'estate mi sembra piuttosto incerta...oggi piove! il cielo è totalmente coperto e ho dovuto rimettere le maniche lunghe...
mmm, giornate movimentate anche le vostre! ed il piede del capitano come va?
madre natura riserva sempre meravigliose sorprese...deve essere una cosa splendida veder un daino con prole al seguito...
che bello poter collezionare istanti di felicità come questi...quando ci si ripensa, a distanza, ti apre un sorriso....
:*** bentornati

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

@Cat se ci sarà una prossima occasione di sfioramento al caos magari gli diamo una mano noi, eh?

@Baol hai ragione, a volte usiamo termini piuttosto incomprensibili... mi riprometto di fare un glossario che possa essere d'aiuto...

@Erika certo che 'sto tempo non aiuta l'umore, e se mi dici che pure nella terra del sole il sole manca... allora siamo rovinati...
come sempre mi capisci al volo, io ho uno scrigno dove conservo tutti gli istanti come quello dei daini... e a volte sorrido per motivi incomprensibili a chi mi guarda... :o)
tanti baciuzzi a te

daniela ha detto...

…grazie Vale!
però dovremmo aggiornare un pò la storia ;)

ti abbraccio

Viviana B. ha detto...

Ma davvero, se almeno si decidesse ad arrivare l'estate!
Non se ne può proprio più di questo tempaccio da lupi! Qui a Como pare novembre (pioggia tutti i giorni, a volte pioggerellina, a volte tipo monsone...). E ieri, in visita all'ospedale di Milano, sono persino riuscita a beccarmi una bella grandinata. Ma basta, daiiiii!!!
Come sta il piedone del Capitano? E il tuo stomaco, è tornato in piena forma? Mi spiace per le vostre disavventure - personali, d'imbarcazione, meteo - ma sono felice per i begli incontri fatti: tursiopi ed ungulati, un gran dono della natura! :-)

miciapallina ha detto...

VAleria cara, mi capita una cosa stranissima.
Leggendoti mi sembra di sentira la tua voce.... e per chi non lo sapesse miciapallina NON conosce Valeria.
SArà la pioggia (brutta parola) di coicidenze e di cose comuni che ci accomunano?
Bof..... non saprei dire!
Ma quando vengo qui è proprio come venire "a casa di un'amica"!
AAAAAAAAAAAAAAAA....... voglio farlo anche io un finesettimana a bordo della Filibusta!
Se alla Gatteria smettesse di piovere... cacchina santa.... forse i nostri due eropi ci riuscirebbero!
vabbè..... lo dico o non lo dico sempre che l'arcobaleno torna?
nasinasi umidicci (di pioggia)

p.s. Come sta adesso il Capitano?

Belva ha detto...

Si...l'estate si sta facendo aspettare!!!
Che belli i tuoi racconti però! Oh sia chiaro mi spiace per il piede del capitano e per il tuo stomaco...ma a volte penso proprio che immolerei piede e stomaco (anzi questo lo faccio sempre) per passare delle giornate così.

Quello di cui potete godere penso sia il premio al coraggio che avete avuto per la scelta di vita che avete fatto...vi leggo sempre con il cuore pieno di gioia!
Grazie!!!

F.

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

@Dani si, è vero, e anche io ho una storia da raccontare... ma quando? riusciremo ad incrociarci?

@Viviana si, il mio stomaco era in piena forma dopo un paio d'ore... è stata tutta colpa della crostata del giorno prima che mi ha scombussolato un po' l'apparato digerente, che di mare così ne avevo già preso...
in quanto ai regali della Natura i delfini me li aspettavo, ma i daini proprio no... è la seconda volta che mi attraversano la strada da quando vivo in questa meravigliosa regione dove quando vai in macchina ti capita di vedere aironi cinerini, garzette, fagiani, daini, gheppi, falchetti, lepri e cinghiali come se niente fosse!

@Miciaaaaaaa ma non sai quanto mi fai felice se vieni a trovarmi... zitta, zitta che ieri sera avevamo a ovest il sole che tramontava bello splendente sul mare, a sud-est dei nuvoloni neri neri e carichi di pioggia e un meraviglioso arcobaleno a fare da cornice.. una luce surreale..
forse l'estate ce la fa (speriamo!!)

cacchina santa è bellisssssssimo!
bacinasi

@Belva hai detto bene, si immolano piedi e stomaco volentieri, perché poi vanno a posto e la mattina di tutti i giorni ti svegli e vai in coperta a sistemare i pannelli solari perché carichino le batterie e sei NEL, SUL, COL mare!!!
Grazie a te...
come ho già detto la condivisione di ciò che si ama rende tutto ancora più bello...

@TUTTI
aggiornamento sul piede del Capitano:
sabato ha tolto i punti, ora ha una vera cicatrice da pirata, non sulla guancia ma sul piede... fa lo stesso?

k ha detto...

Eccovi! Le emozioni non mancano mai in barca, vero?
L'importante è che il capitano sia di nuovo in forma! Il resto si ripara. Sul mal di mare, nonne soffro per niente però... non ho neanche - per fortuna - mai preso un gran mare - per cui chissà...
Ah, una domanda tecnica: ma è vero che esiste un'ordinanza della capitaneria di portoferraio che vieta di lasciare la barca all'ancora e scendere a terra (magari solo a fare spesa??) Cioè, capisco l'importanza di non lasciare le imbarcazioni incustodite... però se proprio non c'è vento e in barca si è solo in due...
aspetto conferme ma... mi sa proprio che ce ne andiamo in corsica (visti anche i prezzi degli ormeggi italiani)
baci e buon vento!

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

@Katia nemmeno io soffro il mal di mare, per fortuna, non ero troppo in forma con lo stomaco da prima, e poi ci ho messo del mio, sono stata quasi un'ora sotto coperta con la barca sballottolata dalle onde, perché pioveva a dirotto ed era inutile che ci bagnassimo fadici in due, poi il Capitano si è ferito... immaginami inginocchiata nel pozzetto a medicarlo, sotto il diluvio con la barca sbandatissima... presto fatto!
riguardo l'ordinanza pare ci sia, per via dei traghetti. Marco non è sicuro che sia ancora in vigore, ma suppongo di si; tuttavia conosco un sacco di armatori/skipper che con la barca ci lavorano, come noi, e sono da soli a bordo... quando scendono a terra la barca resta all'ancora senza nessuno a bordo...
diciamo che i controlli non sono così rigorosi...
buon vento a voi!
cià

Viviana B. ha detto...

Va beh, la cicatrice sul piede non fa proprio molto pirata, eh... Però meglio lì che sulla guancia! :-D
Da me c'è un premio che ti aspetta...

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

@Viviana! ma tu mi vizi... vengo a vedere di corsa...