Pagine

venerdì 9 maggio 2008

* Per non... annodarsi

Da sempre chi va per mare lega la propria vita con un nodo, gioco di parole? ...in parte.
le mani del maestro
Il maestro Bramanti alle prese con un piè di pollo

Esistono migliaia di nodi e decine di migliaia di libri che spiegano come farli.
Farli bene è tanto facile quanto difficile ...saper fare il nodo giusto nel verso e al momento giusto richiede molta, molta esperienza.
Spesso ci dedichiamo a fare e rifare vecchi e nuovi nodi: è importante farli molte volte in differenti posizioni, al diritto e al rovescio, con due mani e con una sola, dietro la schiena e con gli occhi chiusi... sembra stupido ma vi assicuro che non lo è.
Infatti stare seduto in dinette con una cimetta tra le dita ad esercitarsi a fare nodi non è proprio come quando sei nella necessità di farlo di notte con mare in coperta e con il vento che te la toglie dalle mani ...ci sono nodi che devono essere fatti...lì! in quel momento ...presto e bene ...in modo veloce e senza esitazioni ..fare una Gassa nel verso sbagliato equivale a fare un "non-nodo" ...e perdere qualcosa in mare, o ritrovarsi una cima intorno al timone può risultare molto... sconveniente.
Ecco perché i nodi vanno fatti e rifatti...
le gasse del genoa
In questa foto sono ben visibili le gasse del genoa e, sulla sinistra, un nodo parlato.

La Gassa sulla scotta del genoa o meglio, la Gassa d'amante, ..sempre che la scotta sia in buone condizioni... rappresenta una sorta di certezza per tutti i velisti oggi come tre secoli fa, facendoti navigare in sicurezza per giorni e subito pronta ad essere sciolta anche dopo mesi.
La gassa è insieme ...il re e la regina dei nodi ....ma anche un semplice e timido nodo di bozza assuccato* tutta la notte alla catena dell'ancora ti regala sonni tranquilli... Quante parole e pensieri sono stati formulati sui nodi.
In mare se ne usa circa mezza dozzina, in alcuni testi si dividono in fondamentali e non fondamentali... ma attenzione! tra correnti, dormienti, caviglie, colli diritti e colli rovesci, perdersi e ritrovarsi annodato ...è un attimo!
Se volete cimentarvi armatevi di una cimetta e date un'occhiata a questo piccolo manualetto:

http://www.accademiavelica.it/IT/documentazione/_nodi/Nodi.0.6-A5/index.html

...all'inizio sarà un gran casino, ma dopo un po' proverete una gran soddisfazione nel saper fare un nodo nel verso giusto.


* stretto

8 commenti:

mediterraneapassione ha detto...

Bellissimo .... complimenti capitano ...
Nel mio blog cercherò di analizzare tutti i nodi ...


Ciao raga
e buon fine settimana
Miky

thecatisonthetable ha detto...

Insomma: se ho ben capito il succo è che bosogna stare attenti, per evitare di fare delle Gassa...te!!!
Ciao marinai!!!

tullio r_1 ha detto...

Molto bello e istruttivo il sito dei nodi! Mi darò da fare!

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

@Miky grazie, arriviamo tardi e il fine settimana è già volato...

@Cat ahahahaha questa è davvero bella! io lo dico sempre che tu hai un dono!


@Tullio quando verrai allora facciamo una Gara di nodi!... in palio una bella Calamarata... che alla fine mageranno vincitori e vinti!

Viviana B. ha detto...

Nooooo, anche il manualetto dei nodiiiiiii!!!! Ma tu realizzi i miei desideriiiii!!!
Mi ricordo ancora quando, verso i 9 o 10 anni, me ne stavo seduta nel giardinetto davanti casa, con un pezzo di cordino di quelli d'alpinismo lungo al massimo 10 centimetri ed il "Manuale delle Giovani Marmotte" aperto sulle ginocchia, cercando di far nodi...
Poi il manuale è andato perso nel trasloco e con esso i miei tentativi nodosi! :-)
Ora ci riprovo!

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

@Viviana ehehe anche io avevo il "Manuale delle Giovani Marmotte" e anche quello di "Nonna Papera" (anzi questo ce l'ho ancora!). Per i nodi allora ti consigli anche di seguire i post che fa Miky sul suo bel blog, dove non si limita a parlare dell'utilità dei nodi, ma te li illustra uno per uno...

annaB-1 ha detto...

io conosco quelli che faccio per le mie collane e che a forza di farli mi rovinano le mani. bacetti

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

@Mami secondo me le mani che lavorano, per quanto rovinate, sono sempre belle...